"

In Abruzzo l'aria ha un sapore diverso. Nutrita di rupi e sassi, di radure e boschi, di laghi e ruscelli e torrenti e fiumi, l'aria ha uno scatto, un'elasticità di muscoli, una pungente, tagliente acredine che sa di spazi nordici, di scoscese dimore montane.
Giorgio Manganelli

"

Programma di viaggio

In collaborazione con ACV Travel

05 Dicembre: BAGNATURO – SULMONA (D)

Arrivo nel pomeriggio a Bagnaturo (6km da Sulmona) e sistemazione nelle camere riservate presso la Country House Villa Giovina. Incontro con la guida-accompagnatrice alle 18:30, welcome drink e spiegazione del programma. Cena con bevande incluse e pernottamento.

06 Dicembre: SULMONA – SCANNO (B/D)

Prima colazione in hotel e trasferimento con bus privato a Sulmona, città di origini antichissime che, ricca di testimonianze artistiche, diede i natali al poeta Ovidio e fu il luogo dove vennero creati i confetti, in età preromana. Monumenti di eccezionale bellezza sono il Complesso dell’Annunziata (il terremoto che nel 2009 ha colpito l’Abruzzo ha provocato danni alle strutture dell’edificio da far sì che la parte medievale del museo civico sia inagibile, mentre la chiesa è stata riaperta al culto nel dicembre 2012 dopo tre anni di chiusura), la Cattedrale di San Panfilo, Santa Maria della Tomba e l’acquedotto medievale, che si estende per circa 100 metri dalla chiesa di Santa Chiara alla Fontana del Vecchio ed è costituito da 21 arcate. Di fronte all’acquedotto è possibile ammirare la grandissima Piazza Maggiore oggi intitolata a Garibaldi, sede del caratteristico mercato del mercoledì e del sabato. Al centro di Piazza XX Settembre è la statua del poeta Ovidio, costruita da Ettore Ferrari ed inaugurata nel 1925. Proseguimento per Scanno passando per Anversa degli Abruzzi e attraversando le spettacolari Gole Del Sagittario. Visiteremo il caratteristico e antico Borgo di Scanno: le sue vie spesso gradonate, dalle quinte in pietra, illeggiadrite da capricciosi portaletti e da finestre settecentesche, testimoniano il periodo di floridezza economica legato all’attività armentaria. Fotografi illustri come Cartier-Bresson, Giacomelli, Scianna, ne hanno immortalato scorci e personaggi. Il più importante monumento è la parrocchiale di S. Maria della Valle, che presenta una facciata ornata da un bel portale romanico; all’interno, notevoli arredi marmorei e lignei, settecenteschi, opera di artisti di Pescocostanzo, e dei Bencivenga, ebanisti di Raiano. Altri pregevoli edifici sacri sono S. Eustachio (con interno barocco), S. Maria delle Grazie (dall’armoniosa decorazione settecentesca a stucco) e S. Antonio da Padova (con portale del tardo Cinquecento e interno barocco), affrescato nei primi decenni del XVIII secolo da Giambattista Gamba. Nei dintorni è da vedere la suggestiva chiesetta della Madonna del Lago, sulle sponde del grande specchio d’acqua che ha preso il nome da Scanno. Pranzo libero, su richiesta è possibile prenotare il pasto presso un ristorante convenzionato con un menù composto da antipasto, un primo, un secondo con contorno, dolce, acqua e vino. Al termine della visita, rientro in hotel, nel tardo pomeriggio. Cena con bevande incluse e pernottamento.

07 Dicembre: RIVISONDOLI – PESCOCOSTANZO – ROCCARASO – PACENTRO​

Prima colazione in hotel e partenza per Rivisondoli, passeggiata nel centro storico del Borgo. Proseguimento per Pescocostanzo: paese caratteristico, affollato centro di turismo sia estivo che invernale situato nel Parco Nazionale della Maiella. L’antica Pesclum Constantii ebbe origine nel Medioevo e già nel cinquecento era famosa per il suo artigianato artistico. Oggi si possono ammirare merletti, oggetti in ferro battuto, pietra e oreficeria di grande qualità. Visita della cattedrale e delle tante botteghe. Tempo libero per lo shopping. Trasferimento a Roccaraso, nota località sciistica in cui, nel periodo dell’Immacolata, si potranno trovare diverse bancarelle di artigianato locale e cibo da strada. Tempo libero per il pranzo. Nel primo pomeriggio partenza per Pacentro, dove l’intero centro storico in questo periodo viene allestito per il mercatino di Natale. Il Borgo sorge su una collina a 690 metri di altitudine, sulle pendici delle Montagne del Morrone e all’interno del Parco Nazionale della Majella. La sua storia antica, risalente al VIII secolo, è testimoniata dai suggestivi vicoli, ed è racchiusa tra mura, abitazioni e castelli. Si ha la netta sensazione di passeggiare nel passato quando si incontrano archi antichi, scalette e porticati che collegano le piccole case tra loro, mentre il meraviglioso panorama della Majella che circonda questo caratteristico paesino sembra lo sfondo di un quadro dipinto secoli fa. Il Castello dei Caldora è l’elemento più rilevante di tutta Pacentro. La fortezza, risalente al X secolo, è costruita su base trapezoidale, agli angoli vi sono 3 torri a base quadrata e alcuni bastioni circolari. A Pacentro merita una visita anche la splendida Chiesa Madre S. Maria della Misericordia, cinquecentesca, con la porta originaria intagliata in legno e le tre navate divise da 6 colonne ottagonali e da 4 rettangolari, sempre intagliate in legno. Rientro in hotel. Cena con bevande incluse e pernottamento.

08 Dicembre: TERMINE DEI SERVIZI (B)

Prima colazione in hotel e partenza per il rientro.

Scegli una data e prenota!



Cerca il tuo volo

Puoi cercare un volo tramite il nostro partner Skyscanner.

Prima di procedere con l'acquisto del volo, ti consigliamo di attendere l'email di conferma di prenotazione del viaggio.


Scegli un volo

Altri viaggi che potrebbero interessarti


Hai bisogno di informazioni o proposte personalizzate?