Perù Classico e Nazca

Un tour completo da Lima a Cusco attraverso le meraviglie del Perù.

"

Nella varietà dei suoi incanti e il potere della sua seduzione, non conosco un altro luogo al mondo che gli si possa comparare.
Hiram Bingham, l'esploratore statunitense che nel 1911 riscoprì la cittadella di Machu Picchu

"

Programma di viaggio

1°Giorno: LIMA

Arrivo all’aeroporto internazionale Jorge Chavez di Lima, ricevimento da parte del nostro personale e trasferimento in hotel. Lima è la capitale del Perù e, con una popolazione di circa 10 milioni di abitanti, è la quinta città più grande del Sud America. La città fu fondata il 18 gennaio del 1535 dal conquistador Francisco Pizarro sotto il nome di “Città dei Re” ed è il cuore commerciale, finanziario, culturale e politico del paese. Qui si concentrano i 2/3 dell’industria nazionale e si trova l’aeroporto più grande del paese. Il centro coloniale della città è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dall’UNESCO nel 1991. Cena libera e pernottamento

2°Giorno: LIMA (B/L)

Prima colazione. Inizio della visita guidata della città. Il centro coloniale della città è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dall’UNESCO nel 1991; si visiteranno il Convento di San Francisco, dalla facciata in stile barocco-limeño, e la Cattedrale che affaccia su Plaza de Armas ed ospita la tomba di Pizarro. Visita al Museo Larco Herrera, fondato nel 1926 e situato dentro un elegante edificio del XVIII secolo, costruito sopra una piramide precolombiana del VII secolo. Il Museo ospita una grande collezione d’oro, argento e ceramica ed è uno dei pochi musei al mondo dove i visitatori possono percorrere un itinerario storico ed apprezzare 45.000 oggetti archeologici debitamente classificati; un’esperienza davvero unica. Pranzo nel Caffè del Museo Larco Herrera. Cena libera e pernottamento.

3°Giorno: LIMA – BALLESTAS – NAZCA (B)

Prima colazione. Partenza all’alba per Paracas, percorrendo la Panamericana Sud che costeggia la costa del Pacifico. Lungo il viaggio si potranno apprezzare paesaggi incantevoli dove le dune di sabbia si confondono con le montagne. Escursione alle isole Ballestas*, durante il percorso si potrà osservare il famoso Candelabro, una gigantesca figura a tre braccia incisa sulle colline sabbiose della costa, alta più di 150 m e larga almeno 50. Le isole sono abitate da molte specie di volatili come pellicani peruviani, cormorani e pinguini di Humboldt, e da una grande colonia di leoni marini che vivono tra le formazioni rocciose forgiate dalla natura con grotte e caverne che gli danno forme impressionanti. Dopo la visita alle Ballestas si procede verso l’Oasi Huacachina, dove si arriverà verso le 11:30. Un’oasi naturale in mezzo al deserto e circondata da bellissime palme. In questo luogo si può godere delle bellezze paesaggistiche, ma si può anche fare un giro in pedalò, oppure per i più audaci si può provare il sandboarding o un’escursione sulle dune con le automobili tubolari (queste attività sono facoltative e non sono incluse nel programma). Partenza in direzione Nazca e visita all’interessante Museo Antonini, che espone belle ricostruzioni di tumuli funerari ed oggetti in ceramica di notevole valore. Pranzo libero. Arrivo a Nazca, pernottamento in hotel.

 *Per l’escursione alle Isole Ballestas consigliamo di portare giacca a vento e cappello. L’escursione è soggetta alle condizioni climatiche; in caso di maltempo e conseguente cancellazione verranno rimborsati $20 a persona.

4°Giorno: NAZCA – AREQUIPA (B)

Prima colazione. Al mattino sorvolo delle misteriose Linee di Nazca*, immensi geoglifi raffiguranti piante ed animali. Sono molti gli studiosi che hanno cercato di svelarne il significato, tra i più importanti la matematica tedesca Maria Reiche, che attribuì alle linee un significato astronomico. Partenza per il lungo viaggio che porta ad Arequipa (2.328 m s.l.m.) proseguendo verso sud fino a Camanà e dirigendosi poi verso l’interno fino a raggiungere la seconda città più popolosa del Perù. Pranzo libero. Arrivo in tarda serata e sistemazione presso l’hotel.

*L’escursione è soggetta alla condizioni climatiche. L’orario del sorvolo, a prescindere dall’orario di prenotazione, può subire delle variazioni causate dal maltempo che può aver creato cancellazioni anche nelle visite del giorno prima. L’ordine di partenza viene deciso dalle linee aeree e Viagginrosa non ha responsabilità su queste decisioni. In caso di maltempo e conseguente cancellazione del sorvolo, rimborseremo ai passeggeri $110 a persona.

5°Giorno: AREQUIPA (B)

Prima colazione. Partenza per la visita di Arequipa, conosciuta come la “Città bianca” per i suoi bei edifici in sillar (roccia vulcanica). Si inizia con una sosta al pittoresco quartiere di Yanahuara e al belvedere di Carmen Alto con vista sulle antiche colture a terrazzamenti della valle di Chilina. Rientro in centro città, visita alla chiesa e ai chiostri della Compagnia di Gesù e successivamente alla Cattedrale che affaccia su Plaza de Armas. Continuazione a piedi per la visita al celebre Monastero di Santa Catalina, fondato nel 1579 ed aperto al pubblico dal 1970, una vera cittadella nella città. Il complesso religioso copre un’area di 20.000 mq, si sviluppa tra passaggi stretti e tortuosi, viuzze colorate e giardini rigogliosi. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita del Museo Santuarios Andinos, dov’è esposta Juanita, una giovane Inca sacrificata agli dei più di 500 anni fa sul vulcano Ampato (6.380 m s.l.m.). Cena libera e pernottamento.

NOTA: La mummia Juanita viene custodita al buio per la sua conservazione dal 1 Gennaio al 30 Aprile. Durante questi mesi viene esposta la mummia Sarita, anch’essa ritrovata sul vulcano Ampato.

6°Giorno: AREQUIPA – PUNO (B)

Prima colazione. Mattinata libera a disposizione. Verso le ore 13:00 partenza dall’hotel con bus turistico in direzione Puno (3.800 m s.l.m.). Il bus effettuerà alcune fermate per poter fotografare lo splendido paesaggio. Arrivo, ricevimento in stazione e trasferimento in hotel. Pasti liberi e pernottamento.

Lungo il tragitto si effettueranno alcune soste, tra cui Lagunillas, dove le montagne si rispecchiano sull’acqua azzurra della laguna creando un magico gioco di colori.

7°Giorno: PUNO (B/L)

Prima colazione. Escursione in barca sul lago Titicaca, il lago navigabile più alto del mondo (3.810 m s.l.m.). La leggenda racconta che dalle sue acque sono emersi Mama Occlo e Manco Capac, i fondatori dell’impero Inca. La prima sosta è sulle Isole galleggianti degli Uros, indigeni di origine aymara il cui stile di vita e forti tradizioni hanno sempre attirato la curiosità dei visitatori: chiamati anche tribù dell’acqua, vivono su isole di canna di totora (giunco), che utilizzano anche per le loro capanne e le loro imbarcazioni; vivono principalmente di pesca, patate essiccate e volatili acquatici. Al termine della visita si effettuerà un breve giro sul tipico battello di totora degli Uros. Continuazione per l’Isola di Taquile, i cui abitanti di origine quechua sono conosciuti per le loro abili doti di tessitori. Dall’alto dell’isola sarete sorpresi dal meraviglioso spettacolo che vi si presenterà: il blu acceso del lago Titicaca circondato da alte catene montuose. Tempo a disposizione sull’isola. Pranzo in un piccolo ristorante della comunità. Rientro a Puno con arrivo previsto nel tardo pomeriggio. Cena libera e pernottamento.

8°Giorno: PUNO – CUZCO (B/L)

Prima colazione. Partenza in bus turistico verso Cuzco*. La bellezza del paesaggio è unica, passando dall’altopiano alle Ande e attraversando numerosi villaggi caratteristici. Durante il percorso il bus effettuerà delle fermate per la visita di Pucara, Raqchi dove sarà possibile ammirare antiche rovine Huari e il bel tempio di Huiracocha e l’ultima fermata ad Andahuaylillas, dove si trova l’impressionante cappella conosciuta come “la piccola Sistina”. Il punto più elevato che si attraversa è La Raya (4.000 m s.l.m.) che segna il limite tra la zona andina e quella dell’altopiano. Pranzo in ristorante locale durante il tragitto. Arrivo in serata a Cuzco, antica capitale dell’impero Inca, il cui nome in lingua quechua significa “l’ombelico del mondo”. Trasferimento e sistemazione nell’hotel.

9°Giorno: CUZCO – MERCATO DI CHINCHEROS – SALINE DI MARAS O MORAY – ROVINE DI PISAC – OLLANTAYTAMBO – AGUAS CALIENTES (B/L/D)

Prima colazione. Alle ore 07:00, partenza per Chinchero, questa cittadina la domenica ospita un mercato ancora autentico raggiunto dagli abitanti delle zone limitrofe per barattare i loro prodotti con i locali. Da questo villaggio si gode una vista spettacolare sulle montagne della Valle Sacra e si trova una piccola ma interessante chiesa coloniale (non sempre aperta al pubblico). Oltre al mercato, visiteremo il bel sito archeologico e potremo assistere ad una dimostrazione sulla lavorazione della lana; le gentili signore di Chinchero ci introdurranno a questa vera e propria arte: dal lavaggio della lana alla sua filatura, il processo di colorazione con tinte naturali ricavate da piante locali ed infine la tessitura con telaio artigianale. Successivamente avremo modo di vedere le saline di Maras situate ai piedi di una montagna e divise in numerose pozze che ricevono acqua salata proveniente dal sottosuolo. Questa miniera di sale è una delle più antiche del Perù, si sa che fu sfruttata prima dell’arrivo degli Inca nella regione. Per tutela dell’ambiente non è più possibile visitare le pozze, per cui  la visita consisterà nell’ammirare le saline dal Belvedere. Pranzo in ristorante. A seguire visita al sito archeologico di Pisac. Situato a 8 km dall’omonimo paese, Pisac fu un antico villaggio inca organizzato in diverse aree: la zona residenziale, la necropoli, il tempio del sole ed il centro cerimoniale. Dal sito si ha una impressionante vista sulla Valle di Urubamba e si possono osservare i tipici terrazzamenti agricoli, ancora oggi utilizzati dai locali. Continuazione per  il villaggio di Ollantaytambo per visitare l’imponente sito archeologico. Pachacutec, uno dei protagonisti più rappresentativi dell’epoca Inca, conquistò la regione e fece costruire il villaggio ed un grande centro cerimoniale che durante l’epoca della conquista spagnola servi come forte per la resistenza. Trasferimento alla stazione ferroviaria di Ollantaytambo e partenza con la vostra guida per Aguas Calientes con il treno Expedition**. Arrivo, cena in hotel e pernottamento.

NOTA: Durante la stagione delle piogge (dalla fine di novembre agli inizi di aprile) si sostituisce la visita di Maras con la visita di Moray: visita al villaggio e al sito archeologico di Moray, formato da un sistema di terrazzamenti inca costruiti ad anfiteatro. Si apprezzeranno anche pittoresche case rurali di stile coloniale.

 **I passeggeri dovranno partire con uno zaino con l’occorrente per 2 giorni e 1 una notte in quanto sul treno per Aguas Calientes sono consentiti solo bagagli a mano per un peso complessivo di 5 kg. Le valige rimarranno custodite nell’hotel di Cusco.

10°Giorno: AGUAS CALIENTES – MACHU PICCHU – POROY – CUZCO (B)

Prima colazione. Al mattino presto, con la vostra guida, prenderete il bus navetta per raggiungere in circa 30 minuti il sito di Machu Picchu (2.490 m s.l.m.). Visita alle rovine maestose de “la città perduta degli Inca”, scoperta nel 1911 dall’antropologo americano Hiram Bingham. Le rovine si trovano sulla cima del Machu Picchu (montagna vecchia in quechua), ai piedi del Huayna Picchu (montagna giovane), circondate dai fiumi Urubamba e Vilcanota. Il complesso è diviso in due grandi zone: la zona agricola, formata dai tipici terrazzamenti inca che si trova a sud e la zona urbana a nord, che era l’area dedicata alle attività quotidiane, civili e religiose. Pranzo libero. Rientro ad Aguas Calientes e partenza in treno fino alla stazione di Poroy, proseguimento per Cuzco e sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

11°Giorno: CUZCO (B/D)

Prima colazione. Visita alla città di Cuzco. Si visiteranno Korikancha, il centro religioso più sacro dell’epoca inca dedicato al culto del dio Sole e sul quale, dopo l’arrivo degli spagnoli, è stato costruito il convento di Santo Domingo. Continuazione verso la Plaza de Armas, dove secondo la leggenda si conficcò il bastone d’oro dell’Inca Manco Capac, indicandogli il luogo esatto dove fondare la città che sarebbe diventata la capitale dell’Impero. Visita alla grande Cattedrale, eretta nel XVI secolo sulle fondamenta del Palazzo inca di Viracocha. Successivamente visita alle rovine fuori città: l’anfiteatro di Qenqo, centro di culto alla Pachamama (Madre Terra in quechua); Tambomachay, conosciuto come “Bagno degòi Inca”, centro dedicato al culto dell’acqua. Ultima tappa a Sacsayhuaman, ancora oggi oggetto di studi archeologici. Questo sito copre un’area di 6 km² e si pensa potesse essere un centro polifunzionale al pari di Machu Picchu. Al termine delle visite, la guida vi accompagnerà alla scoperta del vivace mercato di San Pedro. Questo mercato merita assolutamente di essere visitato, sia per la sua struttura architettonica (la costruzione è stata seguita da Gustav Eiffel, lo stesso della Torre), sia per la sua vivacità e per i suoi colori, che per i prodotti interessanti che si possono trovare a prezzi buonissimi. Dai succhi di frutta freschissimi alle tortillas ed altri prodotti tipici andini, dall’artigianato alle foglie di coca e ai feti di lama per le cerimonie di ringraziamento alla terra…. un’esperienza davvero unica. Il mercato è raggiungibile a piedi, per cui potreste decidere di rimanere lì e rientrare da soli in hotel. Pranzo libero. Pomeriggio a disposizione per passeggiare per la città. Cena in ristorante con spettacolo folcloristico.

12°Giorno: CUZCO – LIMA – RIENTRO IN ITALIA (B)

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e volo nazionale (non incluso) per Lima*. Da qui, volo in coincidenza per l’Italia.

*ATTENZIONE: Per chi acquista i voli in autonomia, vi consigliamo di emettere (quando è possibile) questo volo insieme al biglietto intercontinentale. Fate attenzione soprattutto quando il vostro volo verso l’Europa parte in mattinata. In caso di maltempo l’aeroporto di Cuzco cancella i voli.

Indicazioni per l’Ingresso in Perù

INGRESSO NEL PAESE

Cosa serve per accedere?

  • Dimostrare di aver completato il programma di vaccinazione contro COVID-19; in mancanza è possibile presentare il risultato negativo di test molecolare effettuato non più di 48 ore prima dell’imbarco al punto di origine
  • Compilare, entro le 72 ore precedenti il volo, una dichiarazione giurata

RIENTRO IN ITALIA

Dal 1° Marzo, per rientrare in Italia è necessario:

  • Presentare il Green Pass o certificato equivalente che attesti l’avvenuta vaccinazione, guarigione o risultato negativo di un test.
  • Compilare il PLF (Passenger Locator Form)

Presentando questa documentazione non è più necessario sottoporsi all’isolamento fiduciario di 5 giorni.

Vuoi essere aggiornata in tempo reale sulla possibilità di ingresso nel Paese? Clicca QUI

Scegli una data e prenota!



Cerca il tuo volo

Puoi cercare un volo tramite il nostro partner Skyscanner.

Prima di procedere con l'acquisto del volo, ti consigliamo di attendere l'email di conferma di prenotazione del viaggio.


Scegli un volo

Altri viaggi che potrebbero interessarti


Hai bisogno di informazioni o proposte personalizzate?