Sri Lanka Classico

Un itinerario alla scoperta dell'isola di Ceylon tra natura, storia e cultura; dalle grandiose rovine del passato, testimoni della storia di antichissime civiltà, alle vaste distese coltivate.

"

Sri Lanka è un posto incantevole: bellissima, fino a saziare della sua bellezza e della prodigalità della natura. Là è sempre pomeriggio, le brezze estive soffiano frusciando tra le rigogliose palme, il grande mare azzurro sfiora con un bacio le deliziose spiagge verdi e canta una ninna-nanna che blandisce e inebria deliziosamente.
Jawaharlal Nehru

"

Programma di viaggio

1°Giorno: ITALIA – COLOMBO – HABARANA (D)

Arrivo all’aeroporto Internazionale di Colombo dove il gruppo viene accolto dalla guida parlante Italiano. Partenza per Habarana / Sigiriya con un trasferimento di circa 4 ½ Ore (Km 150). All’arrivo sistemazione in Hotel

Resto della giornata a disposizione.

Proponiamo  (facoltativa con un supplemento):1 ora di trattamento Ayurvedico al centro Ayurveda con massaggio corporeo all’olio d’erbe aromatiche e  bagno alle erbe e vapore.

Cena e pernottamento in hotel

2°Giorno: HABARANA – SIGIRIYA – POLONNARUWA (B-L-D)

Dopo la prima colazione partenza per Sigiriya. Sigiriya risale al 5° secolo e rappresenta la “Fortezza nel cielo” una delle più fantastiche meraviglie dell’isola. È anche conosciuta come la rocca del leone proprio per la presenza di un’enorme statua in pietra, raffigurante il felino, posizionata all’ingresso. Circondata da un triplo fossato questa immensa rocca raggiunge l’altezza di 150 metri. In cima si possono vedere le fondamenta e i resti di quello che una volta costituiva il sontuoso palazzo, i giardini e le vasche che contenevano l’acqua. Durante la salita in un piccolo anfratto nella roccia si potranno ammirare alcuni affreschi molto antichi che raffigurano delle fanciulle a seno scoperto; dopo i lavori di restauro questi dipinti conservano la loro bellezza e freschezza originaria. Una volta scesi dalla fortezza, possibilità di godere di un dissetante rinfresco a base di “King coconuts”, varietà di cocco tipica dello Sri Lanka.

Pranzo in ristorante locale

Polonnaruwa,  sito dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. In passato fu capitale dello Sri Lanka, dal X al XII secolo, dopo il declino di Anuradhapura. L’intero paesaggio della regione è punteggiato da enormi bacini artificiali; il più famoso è il Parakrama Samudra, chiamato anche Mare di Parakrama, più grande del porto di Colombo. I monumenti sono relativamente ben conservati e testimoniano la gloria del passato dello Sri Lanka. I monumenti più rilevanti sono il Palazzo Reale, la Sala delle Udienze, la Corte con la sua concentrazione di eredità antica e il complesso spettacolare di Gal Vihare. Quest’ultimo è un tempio rupestre costruito da 4 statue raffiguranti il Buddha scolpite da un’unica lastra di granito. Vi sono anche alcuni dei migliori esempi di influenza indù: i Templi di Shiva, gli affascinanti Templi Buddisti, Lankatilaka e Vatadage, Galpotha ovvero una gigantesca lastra di pietra con iscrizioni, il Bagno del Loto, il Dagoba di Kiri Vihara e i resti di un antico Tempio del Dente.

Nel pomeriggio ,durante la visita, è previsto anche una fermata presso un centro di intarsio del legno.

Rientro in hotel , cena e pernottamento.

3°Giorno: ANURADHAPURA – MIHINTALE (B-L-D)

Partenza verso Anuradhapura ,situato nella parte nord centrale dell’Isola, è stata la prima capitale (5 secolo A.C. – 9 secolo A.C.), e il Centro della civilizzazione buddhista dell’isola. La storia di Anuradhapura è molto antica, precedente anche all’arrivo del buddhismo del IV secolo a.C., religione che trasformò questa capitale in un importante centro di pellegrinaggio e insegnamento.
Inizia da qui un periodo di grande splendore per lo Sri Lanka e per Anuradhapura la cui fama esce anche dai confini nazionali. Per la città il declino inizia nel XI secolo d.C. a causa delle frequenti invasioni dal sud dell’India.
Oggi dell’antico splendore rimangono alcuni resti. Tra le reliquie più importanti il Bo o il Sri Maha Bodhi, albero sacro vecchio di 22 secoli dove ancora oggi si raccolgono monaci e pellegrini. Questa pianta sarebbe cresciuta da un germoglio preso dall’albero sotto il quale Buddha raggiunse l’illuminazione nel nord dell’India.

Tappa anche al Brazen Palace, palazzo che un tempo raggiungeva i nove piani e ospitava mille stanze e del quale oggi rimangono 1600 colonne in granito mentre tutta la parte in legno è andata persa in un incendio.
Anuradhapura ospita anche diversi dagoba, pagode con la cupola a campana. Come il ristrutturato Ruvanvalisaya dagoba, il Thupurama dagoba (il più antico del paese costruito nel III secolo a.C.), e il Jetavana dagoba in mattoni rossi. Da non perdere anche i Kuttam Pokuna, vasche gemelle con i gradini in pietra usati per le abluzioni.

Pranzo in un ristorante locale. Nel pomeriggio si procede per Mihintale

A circa 10 chilometri da Anuradhapura, si ergono, a 300 metri d’altezza, i ruderi del monastero.La leggenda dice che il monaco Mahinda Thero decise incontrare il re Devanampiyatissa su questa montagna e poi diffondere la parola di Buddha, impiantando così il buddismo nello Sri Lanka.

Non importa quale sia la tua fede, i bellissimi santuari, gli Stupa (dagobas), le grotte rocciose esaltate dalla meravigliosa cornice, rendono Mihintale indimenticabile.

Rientro in hotel a Habarana.  Cena e pernottamento

4°giorno : DAMBULLA – MATALE – KANDY (B/L/D)

Prima colazione in hotel e partenza in direzione di KANDY. Lungo il tragitto sosta a Dambulla, il più grande Tempio scavato nella roccia di tutto lo Sri Lanka, risalente al I secolo a.C. e contenente oltre 150 raffigurazioni di Buddha, finemente illuminate per creare la massima atmosfera. Si tratta in realtà di un complesso di cinque grotte e viene chiamato Raja Maha Vihara dai locali, ma conosciuto semplicemente come Dambulla dai turisti. L’ingresso è caratterizzato da un grande dagoba bianco da cui si gode di una vista sulla roccaforte di Sigiriya, a circa 20 km di distanza. La maggior parte delle grotte furono scolpite a mano e alcune delle splendide serie di statue di Buddha sono ancora attaccate al muro. Dopo la visita si continuerà sulla strada per  Matale per visitare un giardino delle spezie per le quali lo Sri Lanka è molto rinomato; le si potrà vedere crescere nel loro habitat naturale, conoscere le diverse varietà e imparare il loro utilizzo nella cucina cingalese.

Pranzo tradizionale in ristorante

Arrivo a Kandy  la quale sorge in una zona collinare ed è stata dichiarata “Patrimonio mondiale dell’Umanità”. E’ stata la roccaforte dei sovrani cingalesi durante le dominazioni dei portoghesi, olandesi ed inglesi, arrendendosi a questi ultimi nel 1815 in seguito ad un accordo tra le parti. Questa cittadina ha un valore particolare ed è considerata il luogo più sacro dei buddisti per via del “Dalada Maligawa”, il tempio che custodisce la sacra reliquia del dente di Buddha. Oggi Kandy è il centro del buddismo, delle arti, dell’artigianato, delle danze, della musica e della cultura. I visitatori possono assistere agli spettacoli di danza e di musica che si svolgono giornalmente in diversi luoghi della città. Cena e pernottamento in hotel.

5°Giorno: PINNAWELA – PERADENIYA – KANDY (B/L/D)

Dopo la prima colazione, partenza in direzione di Pinnawela per la visita all’orfanotrofio degli elefanti. E un orfanotrofio unico, dove i piccoli elefanti pesano 60 kg o più, fondato per nutrire, curare e ospitare giovani esemplari persi o abbandonati dalle loro madri. E’ una esperienza indimenticabile interagire con gli ospiti di questa struttura.Pranzo in ristorante

Si prosegue quindi per visita del Giardino botanico di Peradeniya. Creato dal Re Kirthi Sri Rajasingha (1747-1780), questo splendido giardino copre una superficie di circa 60 ettari con alberi, prati e cespugli fioriti oltre a 20 ettari di arboreti con più di 1000 alberi. Qui sono state testate le principali piante esotiche destinate a diventare molto significative per l’economia del Paese come la pianta del caffè, del tè e della gomma. Un’altra meraviglia è l’enorme ficus di Java al centro di un grande prato, importato qui dalle Indie. Vi si trovano, inoltre, gigantesche canne di bambù provenienti dal Myanmar, dalla Cina e dal Giappone. Molto bella anche una raffinata collezione di orchidee. Al centro del giardino si trova un lago artificiale che ha la forma dello Sri Lanka e poco distante una rotonda con la statua di George Gardner, sovrintendente dei giardini a metà del XIX secolo. La visita include solitamente il viale di palme piantate dagli inglesi nel 1905.

Rientro a Kandy e visita al Tempio del Dente di Buddha e partecipazione a uno spettacolo di danzatori locali.

Cena e pernottamento

6°Giorno: KANDY – NUWARA ELIYA (B/L/D)

Dopo la prima colazione, trasferimento alla stazione dei treni di Peradeniya dove si salirà sul treno diretto a Nanuoya, (durata del viaggio 4 ore circa )  Arrivati a destinazione si riprenderà il mezzo privato per giungere a Nuwara Eliya dove si visiterà una piantagione e fabbrica di tè. Nuwara Eliya, chiamata la “piccola Inghilterra” dello Sri Lanka, si trova in una suggestiva zona montuosa tra valli, cascate e piantagioni di tè. E’ uno dei luoghi più freschi dell’isola, la temperatura è quella di una giornata primaverile inglese con una notevole escursione termica. Girando per Nuwara Eliya si nota l’influenza della dominazione inglese nelle costruzioni delle case simili ai cottage di campagna o alle residenze dalla tipica architettura stile Queen Anne, il primo barocco inglese. Il Victoria Park, nel mezzo della città, è un luogo incantevole per una passeggiata o un picnic; ideale per il bird watching ospita infatti numerose specie di uccelli rari. A differenza del resto dell’isola qui la vita della flora è scandita dalle stagioni, i fiori sbocciano in primavera (da marzo a maggio) e muoiono in autunno (da agosto a settembre). Grazie alla temperatura particolarmente piacevole gli abitanti delle altre zone dello Sri Lanka si recano a Nuwara Eliya per sfuggire al caldo e all’umidità.

Pranzo in un ristorante locale.  Cena e pernottamento in hotel a Nuwara Eliya

7°Giorno: COLOMBO (B-L-D)

Dopo la prima colazione, partenza per Colombo che si raggiunge dopo circa 5 ½ ore di auto (Km 250).

Pranzo presso il Ristorante locale. All’arrivo check-in in hotel. Nel pomeriggio, Visita della città.

Colombo è la capitale commerciale dello Sri Lanka e la città più grande del paese con una popolazione di circa 3 milioni di persone. Colombo è una città vivace e cosmopolita che concentra in sé tutte le culture, religioni ed influenze dei paesi stranieri che si sono succeduti in Sri Lanka  ed è caratterizzata da un mix di suoni, profumi ed è davvero un caleidoscopio di colori. I mercanti e coloro che poi si sono stanziati nel paese (Arabi, Portoghesi, Danesi e Inglesi) hanno lasciato tracce della loro cultura come chiese e monumenti, nomi e religioni, tradizioni e cibo, oltre ad influenze linguistiche che sono entrate nel linguaggio comune del popolo cingalese.

Cena e pernottamento in Hotel

8°Giorno:  COLOMBO – ITALIA(B )

Trasferimento verso l’aeroporto per il rientro in Italia.

 

Importante:

  • Nei templi buddisti e indù è obbligatorio togliersi le scarpe (si possono indossare le calze), no abiti succinti e pantaloncini corti. Le donne devono avere le spalle coperte.
  • Non ci si fa mai fotografare dando le spalle a icone sacre, statue di Buddha o altri oggetti di culto.
  • Nei pressi dei templi è vietato fumare, a maggior ragione all’interno dei medesimi.

Scegli una data e prenota!



Cerca il tuo volo

Puoi cercare un volo tramite il nostro partner Skyscanner.

Prima di procedere con l'acquisto del volo, ti consigliamo di attendere l'email di conferma di prenotazione del viaggio.


Scegli un volo

Altri viaggi che potrebbero interessarti


Hai bisogno di informazioni o proposte personalizzate?